Golden Retriever del Lago di Vico

domenica 11 maggio 2008

Jazz e il Lago


Sono nato nella campagna ferrarese
e a 2 mesi ho scoperto che sarei vissuto in riva ad un lago.


"Accidenti, che grande... e si muove !"

“Ma è la ciotola dove bere ?!”

Quella spavalda di Mousse mi ha detto che, quando ha visto il lago per la prima volta, ci si è buttata subito dentro nuotando alla perfezione. A me questa voglia non è venuta per niente…

Il mio saggio babbo Ciak mi ha spiegato che tutte le cose nella vita vanno affrontate “con calma e per piacere”. Quindi ho preferito guardare tutta questa acqua che non sta mai ferma, a chiedermi perché si muove, cosa c’è sotto…

A 4 mesi ho deciso di provare a mettere le zampe per vedere che effetto faceva l’acqua... e poi sentivo degli strani versi al di là del canneto che mi incuriosivano.

Ma sono tornato subito indietro… eravamo a novembre, perché mi sarei dovuto tuffare in quell’acqua gelata ?!

E non pensate che avessi paura, solo che ancora non sapevo bene che fare con tutta questa acqua…L’annuso, la tocco, ci sguazzo, mi piace passare tra le canne, afferrarle e portarle a riva, ho provato anche a berla e non è male…

Ma, a 6 mesi, ancora non avevo deciso di allontanarmi tanto dalla riva.

C’è chi ha provato a lanciarmi un gioco, un legnetto, una pallina per invogliarmi ad andare più lontano. Hanno anche messo un biscotto sopra una ciambella galleggiante e la allontanavano pensando che fossi così stupido da andare dove le zampe non sentivano più la terra, pur di mangiare il biscotto. Anche questo me l'ha insegnato Ciak: non si può né deve fare qualunque cosa per un biscotto !

E così sono arrivato a 8 mesi e guardavo i miei parenti nuotatori, ma di imitarli non se ne parlava proprio. Pensavo "Loro sono grandi e anche il lago è enorme e io sono ancora piccolo..."

Anche la mia amica Petra veniva spesso a nuotare. Ogni volta la stessa cosa: le lanciano un gioco e lei si allontana dalla riva, lo prende e poi torna…

Allora ho deciso di aspettarla dove tocco, le prendo il gioco e a riva lo riporto io, così faccio bella figura !

So che la mia bipede intanto pensava "Ma insomma, che aspetti a buttarti ? Ci sono golden che farebbero di tutto per avere un lago a disposizione e tu ?! Non sei degno figlio di tuo padre !".
Non che fosse arrabbiata, l'ho sentita dire "Se non ha voglia di nuotare, peggio per lui, non sa che si perde, io mica lo obbligo!"
Qualcuno le ha consigliato: “Mettigli l’aiuto al galleggiamento, così si sente più sicuro.”

Ma non so se è così che mi devo mettere la ciambella…
o devo fare come Petra… boh !!!

Arrivo al mio 9° mese e qualche giorno fa guardavo quella spericolata di Petra che si tuffava dal pontile.

Poi non so cosa è successo, un attimo di distrazione e sono scivolato ! Mi sono ritrovato con metà corpo in acqua e le zampe sul pontile… meno male che nessuno mi ha fotografato in questa vergognosa situazione !
Invece di tirarmi su, la nostra amica Nella ha pensato bene di farmi mollare la presa e così anche l’altra metà del corpo è finita in acqua...ma niente panico, la riva era vicina e ci sono arrivato dignitosamente, senza neanche bere.

Ma questo incidente non mi ha traumatizzato, anzi… ho capito che il lago non era pericoloso, bastava muovere le zampe.

Così oggi mi sono lanciato… c’era anche un folto pubblico, 2 alane e 1 maremmano oltre a Ciak e Mousse e insomma, non potevo fare brutta figura !

Nel VIDEO vedi com’è andata:



Hai visto ? Non solo ho nuotato senza neanche fare tanti spruzzi, ma ho anche riportato il riportello !


Sono stato promosso ?!

Ora me lo date il brevetto di pesce-cane ?

2 commenti:

  1. i dolce Jazz, ora non ti fermerà piu' nessuno Ma certo, hai meritato in pieno il titolo di PESCE-CANE DEL LAGO !!
    Mi sei piaciuto molto nelle foto, sei dolcissimo, specialmente con il galleggiante al collo !!!

    RispondiElimina
  2. Sempre storie bellissime le vostre!
    :)

    RispondiElimina